3 Luglio 2019

Lazareth ha ideato il T Max a tre ruote e lo ha chiamato MT3

Oramai siamo consapevoli che quando Lazareth si mette a lavoro sul T Max di sicuro ci stupirà con qualcosa di veramente strano e dobbiamo dire che questa volta si è veramente superato in tutti i sensi.

Lazareth questa volta ha deciso di aggiungere una ruota all’avantreno del T Max realizzando l’MT3, una proposta veramente interessante di un nuovo scooter dalle alte prestazioni a tre ruote.

Non è molto tempo che sono stati lanciati sul mercato gli scooter a tre ruote, ne hanno addirittura fatto uno con quattro, questa moda si sta diffondendo molto fra tutti i biker che viaggiano solitamente nei circuiti cittadini.

Logicamente questa moda non poteva che incuriosire il noto preparatore che ha puntato su di un mezzo comodo ma dalle altissime prestazioni che può essere utilizzato anche la domenica per le gite fuori porta.

La Yamaha ha già un proprio modello a tre ruote, stiamo parlando del “Tricity” nelle varianti di cilindrata 125cc e 155cc, cilindrate piccoline che logicamente non riescono ad appagare tutte quelle persone che pretendono dal mezzo prestazioni più elevate.

Ecco perchè il famoso preparatore si è gettato a capo fitto in questa nuova avventura dando libero sfogo alla propria fantasia prendendo come base uno degli scooter più desiderati al mondo che oramai è divenuto l’icona della maggior parte degli scooteristi, il T Max 530 della Yamaha.

La risultante si avvicina di molto al modello presentato sempre dalla Yamaha, l’MWT-09 e di certo non ne teme il confronto, l’unica differenza fra i due modelli è dato dal fatto che quello di Lazareth non è omologato.

L’MT3 non avrebbe problemi neanche a confrontarsi con il Piaggio MP3 Sport e personalmente, siamo del parere che si farebbe rispettare tranquillamente.

Dotato di ruote da dodici pollici all’avantreno con lo stesso meccanismo di oscillazione che è stato adottato su altri modelli dello stesso genere, l’aggiunta di peso si aggira attorno ai 19 kg ma la differenza è impercettibile.

L’MT3 è stato dotato anche di un sistema elettronico di blocco dell’oscillazione (anti-tilting), al momento non si hanno notizie sul costo complessivo della realizzazione.

Secondo noi non sarebbe male se si procedesse all’omologazione, sarebbero molti a decidere di comprarlo, ne siamo sicuri, per ora resta un semplice prototipo, vedremo in futuro cosa succederà.

Vi consigliamo di andare a dare un’occhiata direttamente sul suo sito, troverete delle cose veramente interessanti…www.lazareth.fr.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *