4 Dicembre 2019

My T Max Connect, un’applicazione straordinaria

Con il lancio sul mercato dei modelli T Max DX e SX la Yamaha ha messo a disposizione di tutti i propri clienti una nuova tecnologia, molto innovativa per cercare di diminuire le probabilità di furto del mezzo.

Ultimamente svariate case motociclistiche hanno messo a disposizione questo tipo di tecnologia ma dobbiamo ammettere che la Yamaha ha fato un balzo in avanti non indifferente.

Questo perchè la Yamaha ha installato sul suo T Max il primo localizzatore globale e, cosa più importante, è di serie, non vi sono costi aggiuntivi.

Andiamo a vedere più nello specifico le varie funzionalità:

E’ dotato di sistema di geolocalizzazione molto più elaborato, non è come i sistemi al quale eravamo abituati che funzionavano bene fino a che si stava all’aperto.

In questo caso lo scooter diventa un vero e proprio smart T Max come tutti gli smartphone presenti sul mercato, sempre connesso alla rete e localizzabile ovunque si trovi con la possibilità di monitorarne la posizione in tempo reale.

Il sistema adottato dalla Yamaha è stato progettato da Vodafone Automotive e si connette attraverso l’utilizzo di un’applicazione che può essere scaricata sul proprio smartphone direttamente dagli store dedicati.

Attraverso questa applicazione il conducente si connette direttamente a tutti i sensori presenti sullo scooter, il setup è molto semplice, basta scaricare l’applicazione, seguire la procedura di abbinamento col vostro T Max ed il gioco è fatto, ricordate che si potrà abbinare un solo smartphone per scooter.

Nel momento in cui avvierete l’applicazione potrete visualizzare subito la posizione del mezzo e avrete a disposizione 6 pulsanti:

  1. Utilizzo alla guida
  2. Rapporto di viaggio
  3. Modalità speciali
  4. Allarme Velocità e Geofence
  5. Sicurezza
  6. Dove sei caro scooter?

Utilizzo alla guida

Selezionando questa voce potrete visualizzare svariate statistiche come la distanza percorsa, il tempo, il percorso giornaliero e quello mensile effettuato, tipologia di percorso e lunghezza dei viaggi.
Sono presenti vari grafici che in un primo momento potranno sembrare di difficile interpretazione ma una volta che avrete preso confidenza non avrete più problemi.

Rapporto di viaggio

In questo caso vengono visualizzati i giorni in cui abbiamo utilizzato lo scooter con una finestra temporale di 18 mesi, selezionando un determinato giorno si potrà visualizzare il percorso effettuato, l’orario ed il percorso su mappa.

Modalità speciali

In questo caso sono presenti due voci, Trasporto e Garage, vengono utilizzate per evitare che si presentino falsi allarmi di manutenzione o nell’eventualità che il mezzo debba essere trasportato a motore spento.
E’ presente anche un timer dove il proprietario potrà programmare in anticipo la riattivazione dei sensori, molto utile se il mezzo deve restare fermo per parecchio tempo.
Unica pecca è che, restando sempre acceso, questo sistema potrebbe pesare sull’autonomia della batteria.

Geofence ed Allarme Velocità

Consiste in una zona di forma circolare, programmabile dal proprietario dove è possibile ricevere un segnale di allarme nel caso in cui il vostro T Max esca dalla zona da voi selezionata.
Anche il sistema di allarme della velocità è programmabile a discrezione del proprietario, nel caso in cui questa velocità venisse superata lo scooter emetterà un beep.

Sicurezza

In questo caso, nell’eventualità che qualche malintenzionato cerchi di rubare lo scooter, il proprietario potrà inibire l’accensione e far suonare il clacson e accendere le frecce per attirare l’attenzione.

Dove sei caro scooter?

Questa sarebbe la geolocalizzazione del mezzo in tempo reale, in questo caso si aprirà una mappa che farà vedere dove si trova il mezzo, tutto in tempo reale.

Per concludere vi possiamo dire che l’applicazione My T-Max Connect è molto potente ed allo stesso tempo molto versatile, in determinati casi può risultare anche un pochino complicata data la moltitudine di funzionalità ma in questo momento rappresenta il topo che un proprietario di due ruote possa desiderare.

Questa applicazione si affianca ad uno scooter, il T Max che oramai è leader del mercato da quasi vent’anni.

Potete scaricare l’applicazione cliccando qui sotto in base alla tipologia di smartphone che avete:

Qui sotto vi inseriamo anche il tutorial che vi spiega le manovre da utilizzare durante la prima connessione.

, , , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *