20 Gennaio 2021

Smontaggio completo codone T Max 530 2012/2016

Oggi vedremo come fare per smontare il codone completo del T Max 530, questa guida è contenuta nel sito del T Max Club che ci ha gentilmente autorizzato a pubblicarla anche qui.

Ci teniamo anche a ringraziare Massi34 che ha creato questa completa guida.

ATTENZIONE!!!

Prima di iniziare la lavorazione, leggere attentamente e fino alla fine la seguente guida, in modo da valutare se si è in possesso della necessaria attrezzatura e dell’effettiva capacità tecnica per eseguire l’intervento descritto, che deve essere eseguito da personale competente.

L’autore della guida, il T Max Club A.S.D. e TMaxTuning.com declinano ogni responsabilità riguardo ad un uso improprio della presente documentazione e per danni a cose/persone che possono verificarsi durante lo smontaggio/rimontaggio o durante l’uso del veicolo.

Attrezzatura necessaria/consigliata:

  • N°1 serie di cacciaviti (a croce e a taglio)
  • Chiavi a brugola da 3, 4 e da 5mm. (meglio se a T o con cricchetto di manovra)
  • Chiave a bussola da 10mm. con cricchetto di manovra e prolunga

Lavorazione:

Assicuriamoci di avere a disposizione uno spazio di manovra sufficiente, nella parte posteriore e sui due lati del T Max, perché i pezzi una volta smontati sono abbastanza ingombranti.

Iniziamo con lo smontare il boomerang di destra, con una chiave a brugola da 4mm. togliamo le due viti nella zona del tunnel centrale, poi togliamo la vite che si trova sotto alla pedanina del passeggero.

Tolte le viti, iniziamo a sganciare il boomerang partendo dal posteriore del T Max fino ad arrivare al tunnel.

Ripetiamo l’operazione con il boomerang di sinistra.

Passiamo ora alla rimozione dei maniglioni.

Con un cacciavite piccolo rimuoviamo i quattro tappi di gomma che nascondono le viti; si fa meno fatica se si lavora con la sella aperta.
Occhio a non farsi scappare di mano il cacciavite, perché si rischia di rigare il maniglione. Una volta tolti i tappi, con una chiave a brugola da 5mm. svitiamo completamente le quattro viti e rimuoviamo i maniglioni.

Dopo i maniglioni, rimuoviamo ora la vaschetta in gomma del sottosella Sotto la sella, nella zona dove si collegano al telaio i due pompanti di apertura, si vede una vaschetta in gomma: è fissata con due clips a vite, una per lato.

Con un cacciavite a croce svitare per mezzo giro le clips, poi rimuoverle.

Prendere la vaschetta in gomma con due mani sui bordi esterni e rimuoverla dalla sede.

Ora si avranno a vista i connettori della luce targa, del faro posteriore, delle frecce e della luce sottosella.

ATTENZIONE:

Come prima cosa, prima di proseguire nelle lavorazione, consiglio di scollegare il connettore della luce sottosella, in modo da poter lavorare tranquilli senza il patema dell’eventuale calo di potenza della batteria.

Il connettore della luce sottosella, lo troviamo dietro la luce stessa, nella zona dove abbiamo tolto la vaschetta di gomma del sottosella.

E’ un connettore singolo, di colore bianco crimpato su un cavo nero, lo si vede bene in dettaglio nella foto sopra a destra.

Prepariamoci ora a rimuovere il porta targa ed il sottocodone.

Dopo aver sganciato il connettore della luce sottosella, occorre scollegare il connettore elettrico della luce targa e del faro posteriore: i connettori sono legati insieme: quello nero stretto e lungo, coni i cavi nero e blu è della luce targa (freccia gialla), mentre quello bianco, con cavo bianco e fascetta verde è quello del faro posteriore (freccia rossa).
I due cavi sono fissati alla plastica della vasca sottosella tramite un passacavo: aprire il passacavo e liberare i cavi prima di scollegare i connettori.

 

Scollegare anche i connettori delle frecce, sono quelli rettangolari, uno per lato (freccia verde).

Per togliere il porta targa svitare i 4 dadi; due sono proprio nella zona sotto ai due pompanti che sollevano la sella.

Per vedere gli altri due, si dovrà spostare la rete di gomma nera che si vede nella zona dove abbiamo scollegato i connettori elettrici del faro posteriore.

Occorre una chiave a bussola da 10mm, e nel caso in cui si monti il porta targa sportivo, occorre una chiave a brugola da 3mm. per tenere ferma la vite a brugola del porta targa.

Dopo aver rimosso tutti i dadi, in attesa di rimuovere il sottocodone, possiamo appoggiare il porta targa sulla ruota posteriore.

Per il smontare il sottocodone, occorre rimuovere 8 clips; sei si vedono guardando da sotto (tre per fianco, freccia rossa), le altre due sono all’altezza dell’attacco del forcellone (una per parte, freccia gialla), e sono interne al passaruota.

Dopo aver tolto le clips, rimuoviamo il sottocoda, partendo dalla parte bassa, verso il fulcro del forcellone, tirando leggermente verso il basso per sganciare i gancini che lo vincolano alle carene laterali.

ATTENZIONE:

il cavo della luce porta targa passa attraverso il sottocoda; volendo lo si può sfilare prima di rimuovere il sottocoda, ma bisogna fare attenzione al passaggio del connettore, perché il foro è abbastanza stretto.

Dopo aver liberato il sottocoda, togliamo il triangolo del codino, sopra al faro.

E’ fissato con due clips, una per parte, che si vedranno meglio aprendo la sella.

Una volta rimosse le clips, prendere con le mani all’altezza dei fori delle clips e tirare verso l’alto per sganciare le due mollette (come quelle che fissano la W dello scudo anteriore).

Una volta sganciate le mollette, sollevare il triangolo e toglierlo muovendolo verso il dietro.

Una volta rimosso il triangolo sopra la faro, si vedrà una staffa metallica al cui centro c’è una vite a brugola: rimuovere la vite con una chiave a brugola da 5mm. (foto sotto a sinistra).

Occhio che è bella dura eh…

Ora restano da rimuovere solo le 4 viti a croce, due per parte, che fissano il codone: si vedono guardando il fianco del T Max, proprio a centro sotto il bordo della vasca sottosella (foto sotto a destra).

 

Prima di rimuovere il codone, occorre accertarsi di aver aperto le pedanine del passeggero e di aver tolto la fascetta che fissa il cavo della sonda Lambda al fianco; la si vede seguendo il percorso del cavo, sul fianco dal lato marmitta. (foto sotto a destra)

Ora si può togliere il codone;

Sollevare leggermente la plastica del contorno serbatoio, per liberare gli attacchi del codone (foto sotto a sinistra) quindi allargare leggermente i due fianchi e tirare da dietro, prendendo in mano la staffa sopra il faro.

Piano piano, mi raccomando, tirare allargando i due fianchi.

 

ATTENZIONE:

Porre particolare attenzione al fianco destro, la staffa di attacco della marmitta ci obbligherà ad allargare ulteriormente il fianco, per evitare che resti agganciato alla staffa stessa.

Quando si avrà il codone “in mano”, si potrà continuare lo smontaggio del faro e delle frecce.

Smontaggio completo faro e frecce.

Prendiamo il nostro codone, e poniamolo su un piano di lavoro accuratamente rivestito per non rovinare la verniciatura delle plastiche.

Iniziamo con lo smontare il fianco destro; con un cacciavite a croce, rimuoviamo le quattro viti indicate nella foto sotto a destra.

 

Dopo aver rimosso il fianco destro, procedere allo stesso modo per il fianco sinistro.

Ora smontare il gruppo frecce, rimuovendo le quattro viti a croce indicate nella foto sotto a sinistra.

Poi smontiamo il faro posteriore, rimuovendo le due clips indicate nella foto sotto a sinistra.

Ora abbiamo tutto il nostro codone smontato completamente, per rimontarlo procedere inversamente, ponendo particolare attenzione al momento dell’infilaggio del codone completo sul telaio del T Max; ricordarsi di aprire le pedanine del passeggero e di allargare il fianco destro per “scavallare” l’attacco del terminale di scarico.

, , , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *