14 Gennaio 2019

Yamaha T Max, stile dinamico

Possiamo affermare, senza ombra di dubbio che il T Max ha segnato la svolta nel segmento degli scooter andando a creare una categoria che prima non esisteva, quella dei maxi scooter sportivi.

La vera bravura da parte della casa madre è stata quella di non limitarsi a mettere in commercio una nuova tipologia di scooter ma riuscire nell’arco del tempo ad affermare sempre più il suo mezzo trasformandolo in un simbolo vero e proprio e più ambito in assoluto.

Lo ha fatto con i modelli successivi continuando a dettare le regole della sportività e dello stile, la concorrenza ha cercato in tutti i modi di insidiare la sua leadership ma a tutt’oggi nessuno di loro ha avuto successo.

Fino al suo lancio sul mercato nessun’altro scooter si era spinto così avanti sfoggiando un look veramente aggressivo e di alta classe stilistica.

I progettisti sono stati altrettanto bravi a riuscire a mantenere, anzi ad alzare il livello con ogni modello che è stato lanciato in seguito passando dalle linee tondeggianti che caratterizzavano il primo modello a delle linee più filanti e tese del modello attuale.

Ricordiamo che nel lontano 2007 la Yamaha fu la prima a lanciare il codino appuntito con la linea slanciata verso l’alto, col passare del tempo la linea generale è restata quasi invariata stringendosi e diventando più a punta.

Negli anni le proporzioni si sono evolute spostando la massa verso l’avantreno sfruttando lo scudo e il parafango che sembrano un unico corpo e rendono più filante tutto il muso.

Comunque il T Max 530 resta ai massimi livelli per quanto riguarda l’attenzione ai particolari con dettagli tecnici di qualità ai massimi livelli e una sportività senza eguali.

 

La trasmissione a cinghia è stata volutamente lasciata in vista ma si integra perfettamente all’interno del forcellone posteriore.

Altri elementi di spicco sono il terminale di scarico e le pasticche radiali anteriori incastonate all’interno dei cerchi in lega, ricordiamo che le stesse pinze sono di serie anche sul modello MT-09 sempre della Yamaha.

Ultimo elemento da fare notare è il fantastico gruppo ottico anteriore, completamente a tecnologia Full LED che lo rendono il T Max 530 riconoscibile anche quando ti arriva alle spalle al buio.

,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.