28 Novembre 2020

Come montare lampade Xenon in un Yamaha T Max 2008/2011

Molti appassionati del Yamaha T Max sanno benissimo che il faro anteriore del T Max 2008/2011 non è molto potente ed è proprio per questo che molti possessori lo modificano per cercare di avere più luminosità.

In questo articolo vi illustreremo come fare per montare un kit di lampade Xenon sul vostro T Max 2008/2011.

In questa prima foto potete vedere il T Max già smontato e con alcune modifiche già effettuate, ora torniamo indietro e vi spieghiamo tutto.

Queste nelle foto sotto sono tutte le parti da smontare.

In questa foto sotto invece potete vedere il faro con il Kit Xenon pronto per essere montato.

Questo è un Kit speciale T Max H4/H7 che permette dopo l’installazione delle luci di avere le due ottiche accese contemporaneamente in maniera permanente.

Vi sono apposta due lampadine H4 e due H7 questo perché le due H4 rimarranno accese in contemporanea e gli abbaglianti verranno assicurati tramite l’accensione delle H7 all’occorrenza.

Successivamente ti consiglio anche di montare dei led nelle luci notturne, perché le lampadine originali sono davvero brutte a vedersi, sono gialle.

Assicurati di avere spazio e tempo a tua disposizione, calcola che io non sono un esperto e, mi ci sono volute circa 2/3 ore di lavoro.

Se hai un minimo di manualità allora puoi farlo da solo altrimenti è meglio che ti rivolga ad una persona più esperta, è facile rompere le plastiche oppure incorrere in un corto circuito e rovinare il kit in maniera irreparabile.

  • Avrai bisogno dei seguenti attrezzi:- 2 chiavi da 10 mm (1 a tubo senza cappuccio e 1 piatta)
    – 2 cacciaviti (uno normale e uno corto)
    – Chiavi a brugola da 4 e 5 mm
    – Chiave Torx T-30
    – Pinza a becchi lunghi piccoli
    – Saldatore
    – Asciugacapelli
    – Piccola fornitura di filo elettrico rosso
    – Guaina termo

Ti consiglio di avere un set di chiavi a cricchetto, sarà più facile e in particolare dovrai creare un’estensione per andare a svitare una vite da 10mm all’interno della carenatura.

Parte n°1: Rimozione della “Y”

Rimuovi le due clips situate nella parte inferiore del boomerang (foto sotto) e quindi tira forte su ciascuna estremità superiore (destra e sinistra) per sganciare i due agganci in plastica.

La “Y” vista da dietro, per vedere le posizioni dei ganci superiori, (cerchiati in rosso).

Parte n° 2: Rimozione degli specchietti

Questa parte è veramente semplice, basterà svitare i due dadi da 10 posti sotto la copertura in gomma, se avete gli specchietti sul manubrio questa parte non vi interessa.

Parte n° 3: Rimozione del cupolino frangivento

Non è affatto difficile smontare il cupolino, basta smontare le sette viti a croce in plastica (cerchiate in rosso).

Parte n° 4: Rimozione dei poggiapiedi

Prendere la chiave Torx e svitate le viti (4 per lato) e togliete le pedane poggiapiedi,

è quindi possibile accedere a 2 viti a croce da 10 che tengono ferme le fiancate della carenatura.

Parte n° 5: Rimozione fianchetti bassi della carena

Questa parte diventa un pochino più difficile, devi sapere come smontarli e dove sono gli elementi di fissaggio.


Inizia rimuovendo le 3 clip di plastica situate nel passaruota, una delle clip di plastica è sul lampeggiante (cerchiato in verde)


Poi ci sono 4 clip nella parte superiore del fianco della carenatura, ora non vi resta che tirare per estrarre le clip, partite sempre da quelle posteriori.


Inserisco una foto della parte vista da dietro per far capire meglio.

Parte n° 6: Rimozione del fianchetto laterale della carena (compresa la freccia)

Questa è la parte più “tecnica”, non proprio difficile quando sai dove sono le viti, ma all’inizio non è evidente, c’è una vite abbastanza nascosta.
Prima di tutto, non c’è bisogno di preoccuparsi, non ci sono clip, basterà rimuovere tutte le viti ed in seguito tirare delicatamente il fianchetto per estrarlo.
Prima di tutto, svita ed estrai le 2 viti cerchiate in rosso.

Quindi apri il vano portaoggetti ed estrai le 2 viti sottostanti.

Quindi, rimuovete tutte le viti visibili situate sulla parte superiore del lato carenatura (3 a croce in rosso e 1 da 10 in verde).

Infine affrontiamo la vite nascosta con un cacciavite molto lungo e una punta da 10 mm, si trova nel buco della serratura nel vano portaoggetti.

La vite si trova all’estremità di questo inserto, cerchiata in rosso.

PS: 

Usa una punta magnetica per estrarre la vite da dove si trova altrimenti hai una possibilità su due che questa cada sul fondo della carenatura e se accade ti garantisco che non sarà facile riprenderla a meno che non ti metta a smontare altri pezzi.

Non dimenticare di togliere i tre collegamenti elettrici:

  • Il connettore lampeggiante a 2 pin (cerchiato in rosso)
  • Il connettore di alimentazione a 4 pin (cerchiato in verde)
  • Il connettore del faro a 3 pin non mostrato ma posizionato su la lampadina del faro

Per chi fosse interessato, il lato nascosto del lato carenatura.

Parte n° 7: Rimozione del faro

È molto semplice, vi è soltanto una vite da rimuovere (cerchiata in rosso), fatto questo potrete tirarlo fuori dai due supporti lisci (cerchiati in verde).

Parte n° 8: Rimozione delle lampadine originali e sostituzione con quelle allo Xeno

Inizia rimuovendo le 2 gomme grandi (cerchiate in rosso) che garantiscono la tenuta (foto con lampadina allo xeno installata).

Foto della lampadina H4 originale (a sinistra) e di quella allo xeno (a destra), devi togliere il coperchio (all’estrema destra) svitandolo.

Allo stesso tempo, puoi tagliare il sigillo nero dove passano i 4 fili, non toccare assolutamente le lampadine con le dita altrimenti le rovinerai irreparabilmente, usa un guanto o una pezza.

Per estrarre le lampadine originali, è semplice, basta svitare le viti a croce (cerchiate in rosso) che trattengono le molle (freccia verde).

Come al solito dovrai faticare non poco per riuscire a riposizionare correttamente le molle, usa le pinze a becchi lunghi.

Le lampadine H4 e H7 sono dotate di una chiave, quindi niente panico quando si montano quelle allo xeno, non puoi sbagliare.

Per il montaggio dell’H4, devi estrarre la piccola parte in plastica situata dietro la lampadina perché non va bene per la lampadina allo Xeno, nelle foto sotto ti illustro la parte originale

e quella modificata.

Per tua informazione, devi usare questa parte in plastica perché se monti la molla direttamente sulla lampadina allo xeno questa si muoverà non rimanendo ben salda all’interno del faro.

Parte n° 9: Accoppiamento dei fari, parte elettrica

Ora passiamo all’utilizzo del saldatore per la parte elettrica

Questo comporta la modifica del raggio elettrico degli Xenon per accoppiare i due fari, vi inserisco qui sotto lo schema elettrico, non preoccupatevi non è troppo complicato.

Foto del cablaggio prima dell’accoppiamento (connettore in verde).

Foto del cablaggio dopo l’accoppiamento (connettori in verde e freccia verde cavo elettrico rosso).

Vista dei connettori dopo aver aggiunto il filo rosso, per fare un lavoro pulito ho posizionato una guaina termica, le connessioni elettriche sono molto delicate e soffrono l’umidità.

 

Parte n° 10: rimontaggio 

Ovviamente basta seguire le istruzioni che vi abbiamo dato al contrario, sperando che non vi avanzi nulla come spesso succede.

Parte n° 11: Fase di test

Le prove elettriche sono semplici, ricollega tutti i terminali e controlla che:

  • Le luci di posizione e le luci lampeggianti funzionano correttamente
  • Quando accendi il T Max i fari di posizione e quelli abbaglianti abbinati funzionino
  • Controlla che il raggio si concentri in piena luce, se non è così allora potrebbe essere necessario regolare i fari.

Considerazioni finali

Il vantaggio di questa modifica riguarda il fatto che è reversibile quindi potrete tornare al vostro faro originale quando vorrete.

, , , ,

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.